Marinello: incontra Messina, bacchetta il Pd e frena la candidatura di Calogero Bono

3816

E’ tornato a Sciacca dopo una settimana a Roma per l’ attività legislativa il senatore di Alternativa Popolare Giuseppe Marinello. Qualche giorno fa nella Capitale ha incontrato anche Ignazio Messina di Italia dei Valori per discutere delle dinamiche per la campagna elettorale delle amministrative saccensi che stenta ancora a partire per il centrodestra, la compagine al momento, è ancora impegnata nella ricerca del candidato. Il senatore saccense non nasconde il rammarico per il mancato accordo trovato con il Pd a Sciacca  mentre a Palermo, Davide Faraone non ha avuto resistenze a rinunciare al simbolo di partito per trovare l’alleanza con Orlando per evitare che il Movimento Cinque Stelle arrivi al ballottaggio. “Evidentemente – sottolinea Marinello – la buona politica si applica a Palermo mentre gli uomini di Faraone a Sciacca non riescono a coglierla e si da vita ad un politica che non ha più senso”.

Marinello quasi seccato dall’impossibilità di avviare qualsiasi forma di dialogo con il Pd locale, frena anche sulla possibile candidatura di Calogero Bono, non esattamente considerato come espressione diretta del suo gruppo. “Bono non è il sindaco – ribadisce –  Non abbiamo pregiudizi e preclusioni siamo pronti al confronto su un candidato che sia espressione di una condivisione più ampia possibile attraverso sia una convention pubblica o con le primarie”.