Monteleone chiude al centrodestra: “Impossibile schierarsi con chi vuole continuare a mantenere le poltrone dei soliti”

1481

La distanza tra il consigliere comunale Salvatore Monteleone e il sindaco Fabrizio Di Paola era già nota da tempo. La discesa in campo del medico saccense alle precedenti elezioni comunali del 2012, era stata motivata anche dall’affiancamento al legale saccense. Poi nel corso della consiliatura, lo scontento di Monteleone verso il mandato Di Paola si era fatto via via sempre più evidente fino alla totale rottura e il suo avvicinamento all’altro consigliere “ribelle” Mario Turturici. Un’intesa che è diventata ora un’accoppiata che seguirà lo stesso indirizzo nella collocazione alle prossime amministrative.

Monteleone che non nasconde di aver definitivamente chiuso ogni possibilità di trattativa col centro destra: “Impossibile – dice – pensare di poter continuare a parlare con chi continua a voler imporre i soliti nomi e a voler garantire le poltrone di chi le occupa già da tempo”.

Il riferimento agli habituè in Giunta come Ignazio Bivona pare assai chiaro nelle parole di Monteleone che allo stesso tempo si dice lontano anche dal centro sinistra. “Nulla di personale e contro – afferma – a Francesca Valenti, ma riteniamo spendibile la candidatura di Stefano Scaduto. Mi piacerebbe aprire un confronto proprio con lui”.

Facile capire che quello che appare ora come un’apertura nei prossimi giorni potrebbe essere la base di un’alleanza che coinvolgerà anche l’ex sindaco, Mario Turturici.