Mozione sfiducia alla sindaca Valenti, il consigliere Curreri: “Io pronto a votarla”

Hanno letto: 1097

“Resterò in aula e voterò la sfiducia”. Così il consigliere grillino Alessandro Curreri commenta la proposta della corrente maggioritaria del suo partito di voler portare in consiglio comunale la mozione di sfiducia alla sindaca in carica Francesca Valenti. Insomma, chi aveva letto la mossa del deputato Matteo Mangiacavallo come un modo per far uscire l’altro consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle, da sempre in rotta di collisione con la base del gruppo locale, rimarrà deluso. Curreri annuncia di essere pronto perfino a votare per porre fine al mandato dicendosi allo stesso tempo, pronto per andare ad amministrare la città.

“Non ci sono i numeri al momento, afferma lo stesso e il deputato Magiacavallo non ha cercato neanche una concertazione o condivisione con le forze di opposizione- Quindi potrebbe anche trattarsi di una mozione di sfiduciache serve solo a capire chi sta in maggioranza e chi in opposizione? Perchè no? Si risponde da solo.

“Non ho mai perso la voglia di dialogare con i miei colleghi purché il dialogo sia costruttivo e non rappresenti solo una lite condominiale. Non c’è altro posto per me se non in Movimento e spero che stavolta non si sprechino le energie consumate alle scorse amministrative. Abbiamo perso tre candidati a sindaco come Calogero Termine, Ivana Dimino e Domenico Mistretta per la gestione condominiale del Meetup. Stavolta non si potrà fare lo stesso”.