Ospedale di Sciacca, la consigliera Bilello:”Azioni tangibili e non rassicurazioni a mezzo stampa”

1062

“Per l’ospedale di Sciacca vogliamo azioni concrete e tangibili e non rassicurazioni a mezzo stampa.” . Lo dichiara Teresa Bilello, consigliere comunale del Movimento cinque stelle – “Condivido le preoccupazioni del Comitato civico per la sanità. Preoccupazioni che sono di tutti i cittadini, sia saccensi che dell’hinterland, che vedono ogni giorno l’ospedale di Sciacca languire in termini di servizi e risorse umane.”
Dopo l’emergenza COVID, l’attività a pieno regime, all’interno del nostro nosocomio, non accenna ancora a riprendere. 
Oggi l’organico è carente in tutte le unità operative, ma l’ASP, invece di colmare le carenze,  propone ai nostri medici di effettuare “prestazioni aggiuntive” all’ospedale di Canicattì. 
Eppure quando, in passato, a Sciacca proprio in Cardiologia ed Emodinamica c’erano pochi medici nessuno dell’ ASP si è posto il problema, mentre ora, anziché trovare soluzioni alternative, si è deciso di usare le professionalità del nostro presidio ospedaliero.
 L’ ASP, piuttosto, provveda con urgenza a:- attivare i servizi ambulatoriali, compresi DH e DS;- ridare piena funzionalità a tutte le unità operative;- acquistare le apparecchiature biomedicali necessarie;- completare le unità operative, dalla Stroke Unit alla camera calda e astanteria con le linee di monitoraggio;- incrementare il personale medico, infermieristico e ausiliario;- risolvere definitivamente l’atavico problema delle zanzare;- istituire il servizio H24 del centralino di presidio.
“L’ospedale di Sciacca – conclude Teresa Bilello – abbia piena dignità e rispetto una volta per tutte”.