Di Paola passa all’Udc, Giuseppe Marinello: “Per nulla stupito”

1749

Fabrizio Di Paola torna a casa Udc, area moderata del centrodestra. L’ex sindaco l’ha comunicato oggi in un incontro per lo scambio di auguri ai propri sostenitori della lista “Sciacca al Centro” che oggi sostiene l’ex assessore Salvatore Monte in consiglio comunale.

Si dice per nulla stupito della scelta compiuta dall’avvocato saccense, l’onorevole Giuseppe Marinello che con Di Paola ha condiviso l’adesione dapprima nel Nuovo Centro Destra di Alfano, una volta fuoriusciti da Forza Italia e poi l’evoluzione di Alternativa Popolare, partito di fatto sciolto con la decisione di non ricandidarsi più del suo leader Angelino Alfano.

Anche Giuseppe Marinello, come Fabrizio Di Paola, ha incontrato questo pomeriggio i suoi sostenitori e amici. Prima un incontro politico ad Agrigento e poi nel pomeriggio anche a Sciacca. Il senatore non ha tracciato chiaramente come l’ex primo cittadino il suo futuro politico non sciogliendo definitivamente alcuna riserva. Anche se ai suoi ha detto di essere particolarmente contento del Governo Gentiloni, di voler operare una scelta nel segno di una continuità di chi ha governato poiché il mandato non va sprecato.

Pare che il senatore in questi giorni stia proprio valutando l’adesione a “Civica Popolare” di  Beatrice Lorenzin,  lista di ispirazione popolare europeista e riformista per fronteggiare ogni deriva populista. La compagine  metterà  insieme Alternativa Popolare, Centristi per l’Europa, Democrazia Solidale, L’Italia é popolare, Italia dei Valori ed è, al momento, la prima (ed unica) alleata del Partito democratico. Insomma, una lista nel panorama dell’offerta politica per chi non si rivede direttamente nel Pd. Proprio come Giuseppe Marinello che ancora valuta anche la possibilità di una nuova candidatura. “Le candidature non si scelgono – taglia corto lui al momento – ma richieste dai soggetti politici”.

Ma a guardare ai collegi e alle possibilità di marzo a questo punto non è più soltanto, l’uscente Marinello che potrebbe riproporsi, ma anche lo stesso Fabrizio Di Paola che agli sgoccioli dell’anno, annuncia il suo ritorno naturale nell’area moderata del centrodestra mentre cataloga come “innaturale” l’ultimo momento politico vissuto insieme al Pd.