Poco opportuna la “passerella” alle Terme, solo un incontro tra sindaca e Armao al Verdura

Hanno letto: 368

Insieme in prima fila allo stesso convegno al Verdura Golf Resort. Il vice presidente della Regione e la sindaca Francesca Valenti alla fine hanno optato per un incontro “molto easy” nell’esclusivo albergo alle porte di Sciacca evitando quella che alla vigilia era stata annunciata come l’ennesima “passerella” politica del Governo regionale sulla vicenda Terme di Sciacca.

L’indiscrezione di ieri voleva Gaetano Armao pronto per una consegna formale del parco termale poi il dietrofront in serata dopo che gia’ le polemiche si erano sollevate vista la coincidenza con la delicata vigilia elettorale.

Invece, questa mattina i due si sono stretti la mano nella sala convention del Verdura dove entrambi erano invitati al convegno in corso organizzato dall’ordine dei notai siciliani.

Uno accanto all’altro, si sono poi ritagliati un momento per parlare dandosi nuovamente appuntamento lunedi’ alle 15 in assessorato a Palermo, a villa Malfitano, per una riunione tecnica propedeutica all’emanazione della manifestazione di interesse, procedura che Armao vuole portare avanti per il rilancio e apertura delle Terme.

In realtà, l’appuntamento palermitano di inizio settimana era stato gia’ anticipato dal manifestante Ignazio Messina, l’ex sindaco che col suo gruppo “Ora basta”, venerdi’ si e’ incatenato a Palermo ottenendo un’immediata convocazione dallo stesso assessore.

Ma il passaggio al Comune di Sciacca del parco termale, si e’ lo stesso consumato anche senza la stretta di mano a favore di telecamera. Il Comune di Sciacca ha gia’ ricevuto la nota a firma della dirigente Cannata con la quale il Comune viene indicato come il concessionario del parco termale.

Dall’altro lato, gli uffici comunali hanno gia’ inviato l’accettazione con talune prescrizioni. L’ente locale garantira’ la manutenazione ordinaria minima. Alla Regione tocchera’ il primo intervento straordinario.

Nelle mani del Comune anche le piscine del parco che pero’ non consentono alcun margine di manovra con le esigue casse comunali. Quindi, di fatto senza l’intervento regionale non potra’ cambiare molto circa l’attuale stato di abbandono.

Ma la cerimonia in grande stile per la consegna del parco pare al momento, soltanto rinviata.

Pare che prima dell’inizio dell’estate, per la riapertura del giardino termale, per il quale la sindaca pare intenzionata anche ad un appello ai cittadini a fornire in qualche maniera il loro contributo, ci sara’ anche la visita solenne del governatore Nello Musumeci accompagnato ancora una volta, da Armao. In quella occasione si potrebbero far coincidere anche l’inizio di alcune manifestazioni estive che il non ancora assessore al turismo, Sino Caracappa potrebbe avviare da li’.

Gaetano Armao durante l’intervento al Verdura insieme alla presidente dell’ordine agrigentino dei notai Gucciardo
La sindaca Valenti e Gaetano Armao