Polemiche per le parole di Cusumano sulle Terme, il centrodestra si dice sdegnato e pronto alla sfiducia della Valenti

Hanno letto: 535

I

“Ridicoli”: è la parola che oggi il centrodestra attribuisce alla maggioranza della sindaca Valenti. Con una nota, l’opposizione replica alle dichiarazioni dell’ex senatore Nuccio Cusumano che alla vigilia della visita di Nello Musumeci per la riapertura del parco termale ha apertamente criticato l’inaugurazione definendola “imbarazzante”.

“La parola che sentiamo di attribuirvi è: ridicoli. – così scrivono i consiglieri di opposizione – non solo per chi è alla guida, ma soprattutto per chi ha lavorato a fari spenti danneggiando la città e che oggi visto il malcontento generale, tenta, con la becera pratica dei vecchi riti preelettorali, ad eleggersi come tutore di una città che oggi è devastata proprio a causa delle scelte da essi fatte.Si permettono di parlare di Terme dicendo che non si accettano passerelle , dimenticando che proprio loro si sono resi artefici degli stessi atteggiamenti che oggi rinnegano denigrando il lavoro fatto da altri per avere un ritorno elettorale. Mi dispiace ma certe persone continuano a non capire che non c’è più spazio ne oggi ne domani per chi , tenta di spianarsi il terreno per ripristinarsi in altri progetti. Per quanto ci riguarda non potremmo mai permettere questo, non per altro ma per i danni che hanno causato già con il “progetto” Valenti. Noi non ci sentiamo immuni da errori ma in tutti i mesi trascorsi dall’inizio della consiliatura, seppure con qualche imperfezione, comunque il centrodestra ha dato prova di grande responsabilità. Le ultime farse da dilettanti allo sbaraglio e non sono le uniche, sono rappresentate dall’approssimazione con cui hanno gestito la questione atrio inferiore e parco delle terme , per quest’ultima questione bacchettati anche dal Presidente della Regione che per rimanere in tema , a chi si ergeva come risolutore di tutti i problemi dice: ( non c’è niente da inaugurare), ma come al solito il Sindaco senza la presenza della sua longa Manus (Assessore Brunetto) al quale hanno ordinato di non andare, cerca in modo maldestro di sfruttare queste situazioni per recuperare appeal”.

La nota del centrodestra esprime anche una posizione precisa sul progetto Valenti: “Oggi la città – si legge – continua a chiedere di liberarci da questa “squadra” di governo cittadino, da questo Sindaco che non ha prodotto nulla e nulla potrà produrre per il futuro vista la precaria tenuta della sua “maggioranza”. Tutti hanno capito che avete toccato il fondo non possiamo più permetterci di continuare. Anche l’avvento dell’ultimo (forse), messia è in perfetta linea con l’arroganza e l’inadeguatezza di questa amministrazione in quanto l’unico cartellone che ci ha consegnato per questa estate è quello del litigio. Un assessore che con presunzione e disprezzo ha denigrato diversi artisti ed organizzatori di eventi del nostro territorio come fosse un tuttologo. beh caro assessore / profeta le macerie di cui lei parlava oggi rischiano di essere lasciate dal suo operato viste le ultime figuraccie. Siamo al giro di boa e quindi pronti a sfiduciare Francesca Valenti in consiglio comunale e liberare la città dalla sua ingombrante presenza che nel tempo ha prodotto solo inadempienze politiche ed amministrative basta citare immobilismo mostrato sulla questione terme ma anche sul fronte gestione idrica , randagismo , turismo , pesca , finanziamenti comunitari e sport , per non parlare della gestione raffazzonata dei rapporti con il consiglio comunale gestiti da Lei e dal presidente del consiglio mancando di rispetto a quelle che sono le regole essenziali, con azioni che pregiudicano la validità delle sedute stesse. Intendiamo però rappresentare alla città che la Legge Regionale prevede che la mozione di sfiducia per essere approvata e quindi mandare a casa il Sindaco Valenti occorre il voto favorevole di 15 consiglieri comunali. Oggi il centro destra conta 8 consiglieri comunali tutti pronti a voler porre fine a questo mandato firmando la mozione di sfiducia che tra l’altro chiede l’opinione pubblica, attendiamo quindi più che gli altri componenti l’opposizione che già si sono espressi quei consiglieri di maggioranza che più volte , giornalmente criticano l’Amministrazione Valenti di cui fanno parte ad essere conseguenziali con atti concreti per liberare definitivamente la città dalla presenza di questo Sindaco , diversamente riteniamo che l’appuntamento è rimandato al momento in cui questa amministrazione si deciderà a portare il bilancio di previsione in aula , a quel punto basterebbe e mi auguro la presenza in massa di tutti i consiglieri di opposizione per porre la parola fine a questo mandato e riconsegnarlo ai cittadini”.