37.8 C
Comune di Sciacca

Prime bordate della campagna elettorale con Marinello che attacca: “La Valenti non è neanche di Sciacca”

Pubblicato:

Le ultime indicazioni di Marinello prima della scelta del centrodestra di puntare su Calogero Bono, sembravano stoppare il probabile impegno in prima linea dell’attuale presidente del consiglio comunale. Primarie o convention pubblica, possibilità di un nome non precostituito, ma sono bastate appena 72 ore allo schieramento del centrodestra per ribaltare esattamente l’indirizzo dettato dal senatore. E’ Calogero Bono il candidato sindaco della coalizione sostenuta da Progetto Sciacca, Sciacca al Centro, Forza Italia e Alternativa Popolare, oggi alla sua prima uscita pubblica in un incontro organizzato per discutere di attività produttive. Un’

Il parlamentare saccense spiega come è maturata la candidatura di Bono. “Abbiamo  verificato – spiega Marinello – che non c’erano altre disponibilità. Se vi fossero state altre candidature, avremmo seguito un’altra strada, forse anche quella delle primarie o di una convention”.

Oggi, però il senatore con una “frecciatina” all’indirizzo dell’altra candidata dell’altro schieramento, l’avvocato Francesca Valenti sgombera il campo da chi finora aveva sottolineato il legame stretto tra il fratello della candidata, l’attuale sindaco di Santa Margherita Franco Valenti e il parlamentare saccense, un rapporto che, secondo i più,  avrebbe visto Marinello guardare con una certa simpatia la discesa in campo della sorella di Valenti.

Non avrebbe un bagaglio politico, non avrebbe un apparato di partito a sostenerla e non apparterrebbe, secondo lui,  alla vita sociale di questa città. “Non è – conclude il senatore a proposito dell’avvocatessa –  neanche di Sciacca”.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img

La tua richiesta è stata inoltrata. grazie!

Unable to send.