I primi eletti al consiglio comunale di Sciacca, Fabio Termine viaggia verso gli 800 voti di preferenza

9790

Si conoscono i nomi dei primi eletti al consiglio comunale di Sciacca. La composizione definitiva si avrà soltanto dopo il turno di ballottaggio, ma è già certa la presenza in consiglio di alcuni candidati a cominciare da Fabio Termine, campione di preferenze al consiglio comunale. Mancano alcune sezioni da scrutinare, ma Termine che ha optato per la doppia candidatura, a sindaco e al consiglio, viaggia verso le 800 preferenze, un risultato mai raggiunto nel passato da nessun candidato.

A quanto sembra, ma a questo proposito potrebbero arrivare novità nelle prossime ore, in prima battuta verrebbero assegnati dodici consiglieri comunali.

La coalizione che vincerà le elezioni al turno di ballottaggio (Bono o Valenti), otterrà 14 dei 24 posti in consiglio. Uno andrà al candidato sindaco sconfitto al secondo turno ed il resto alle coalizioni perdenti.

Al momento, quattro consiglieri per la coalizione Bono, quattro per le liste che sostengono il candidato Valenti, due per il M5S e uno o due per la componente Termine.

In questo momento sembrano in testa per i Cinque Stelle, al primo posto Giacomo Fauci seguito da Rosy Abruzzo e Teresa Bilello che si distanziano di qualche voto di scarto.

In Alternativa Popolare, è in testa il consigliere uscente Giuseppe Milioti che riconfermerebbe il posto in consiglio, seguito da Gaetano Cognata, Salvatore Alonge e David Emmi. Al momento, uno di questa lista entra in consiglio. Per Forza Italia al primo posto Lorenzo Maglienti e poi un testa a testa tra diversi candidati tra i quali Silvio Caracappa, Vittorio Di Natale e Angela Casciaro.

Sciacca al Centro ottiene un consigliere e al momento, in testa c’è l’assessore uscente Salvatore Monte.

Un consigliere anche per Progetto Sciacca e in testa ci sarebbe l’uscente Pasquale Bentivegna.

I quattro della coalizione Valenti, dovrebbero essere Pasquale Montalbano per il Partito democratico, Filippo Bellanca che viaggerebbe attorno alle 500 preferenze con la lista Sciacca Democratica, Ezio Di Prima per la lista di riferimento della candidata Valenti per la lista “Nostra Sciacca”. L’altra lista che prenderebbe un posto in consiglio per la stessa coalizione sarebbe “Sicilia Futura” dove ci sarebbe un testa a testa tra Elvira Frigerio e Alberto Sabella. Ad un seggio però concorre anche “Uniti per Sciacca” con Paolo Mandracchia che viaggia attorno alle 500 preferenze e che ha superato Fabio Leonte.

Al momento il primo della lista “Futuro Presente” è Ignazio Piazza, ma sull’attribuzione di un seggio a questa componente bisogna aspettare le prossime ore e dunque, il quadro definitivo dei voti di lista.