Problema rifiuti a Sciacca, otto consiglieri comunali di opposizione:”Non si puo’ scaricare la colpa sul cittadino”

1320

“La città chiede a gran voce “pietà”. Lo scrivono oggi in una dura nota otto consiglieri comunali di opposizione che intervengono sulla questione rifiuti a Sciacca dove nelle ultime settimane si registrano discariche abusive nelle periferie e puntuali sospensioni del servizio raccolta umido.

“La gestione dei rifiuti – scrivono i consiglieri Cognata, Bono, Milioti, Caracappa, Deliberto, Santangelo, Monte, Maglienti – deve essere affrontata da parte del sindaco e dell’assessore al ramo con costante impegno e serietà. Non troviamo corretto che il sindaco cerchi di scaricare la colpa sui cittadini che continuano a gettare rifiuti indifferenziati dimenticando che tra le azioni fondanti per la salubrità e il benessere vi sono il controllo ma sopratutto la corretta informazione e formazione. In questa città mancano i controlli dei punti di prossimità con telecamere (e ve ne sono alcune già disponibili nel piano aro) ma anche la formazione e informazione con le tv e le testate on line con spot mirati”.

Anche oggi e’ saltato il turno di raccolta dell’umido e cosi’ gli otto consiglieri concludono il loro intervento:” Caro sindaco, non si risolve cercando di trovare altrui colpe senza guardare le proprie. Non si vede la presenza di amministratori in giro e il cittadino finisce per non avere punti di riferimento. Oggi bisogna pulire ed evitare la deriva igienico sanitaria oltre al danno di immagine ma purtroppo senza un sindaco in grado di dare le giuste direttive ci troveremmo altre volte a vedere questo pessimo spettacolo”.