Rifiuti perfino nel tronco di un albero, mentre i disservizi della raccolta a Sciacca non si fermano. Consiglieri chiedono di essere informati dal sindaco

1369

“Ancora disservizi nella raccolta dei rifiuti. Detto, fatto!”. Lo scrivono e lo lamentano in una nota i consiglieri comunali Cinzia Deliberto, Carmela Santangelo, Gaetano Cognata, Silvio Caracappa e Salvatore Monte.

“Qualche settimana fa – scrivono i cinque di opposizione- con una nota stampa, avevamo auspicato una corretta esecuzione del servizio di raccolta dei rifiuti a Sciacca. Una vera e propria piaga che si ripropone ormai settimanalmente e che sta davvero facendo perdere la pazienza all’intera città. Ci rendiamo conto che il mero comunicato stampa serve a poco dinnanzi ad una situazione del genere ma riteniamo opportuno sollecitare in maniera chiara e definitiva l’Amministrazione Comunale per porre fine a questo annoso problema; è davvero intollerabile ed insostenibile continuare cosi”.

Anche oggi la raccolta dell’umido e’ stata sospesa a causa della capienza dei centri di compostaggio.

“Siamo sicuri che, – affermano – in questo momento grave per la raccolta dei rifiuti, occorre comprendere veramente chi sono i responsabili di questo disservizio e porre rimedio in tempi celeri”.

I cinque chiedono al sindaco di informare il consiglio Comunale sull’accaduto e relazionare sulle possibili soluzioni da attuare per far si che la città non rimanga sepolta dai rifiuti ed in piena emergenza sanitaria.

” Le prospettive – concludono – non sembrano essere rosee ma occorre trovare rimedio prima che l’ intera stagione estiva in si trasformi in un’estate in preda alla continua emergenza rifiuti”.

Con un’altra nota stampa i tre consiglieri Salvatore Monte, Silvio Caracappa e Gaetano Cognata, segnalano una situazione di pericolo di un albero in piazza Don Luigi Sturzo.

“L’ultima potatura – scrivono allegando anche la foto che vi mostriamo in copertina – risale al 2017 ma la pericolosità dell’albero che insiste in Piazza Sturzo a Sciacca è davvero elevata. Come dimostrano le foto, inviateci da alcuni residenti della zona, l’intero arbusto si è trasformato in un ricettacolo di rifiuti ed il tronco risulta svuotato al suo interno e reso stabile con il posizionamento di blocchi di cemento”.

I tre chiedono che data la possibile pericolosità per l’incolumità pubblica, all’amministrazione comunale di predisporre un sopralluogo urgente, con tecnici specializzati, al fine di valutare lo stato di salute della pianta e ipotizzare possibili ed urgenti interventi consequenziali”.