Sfiducia al sindaco Valenti, frenano i Cusumaniani

Hanno letto: 708

Tanto nervosismo da parte del senatore Nuccio Cusumano e niente decisioni questa sera, da parte di Italia Viva, sulla sfiducia al sindaco di Sciacca, Francesca Valenti. Sono trascorsi parecchi giorni dalla presentazione della mozione e ne mancano pochi alla seduta consiliare del 31 gennaio. Italia Viva ha avuto tutto il tempo per valutare e decidere e, invece, stasera, ha preferito non assumere alcuna decisione. Con la posizione di Ambrogio che non hai mai fatto mistero di non gradire la conclusione anticipata della consiliatura Italia Viva preferisce prendere tempo. Senza Bellanca che aveva ottenuto 500 voti alle scorse amministrative un’eventuale presa di distanze di Ambrogio, che e’ stato il secondo degli eletti, dopo che Valeria Gulotta ha abbandonato da tempo il gruppo, rischia di ridurre la componente, sul piano elettorale, a poca cosa. E allora tutto rinviato. Il 31 gennaio in consiglio non si farà nulla con rinvio al 3 febbraio. Fino al 9 mancherà il consigliere di Italia Viva Santo Ruffo che poi, a quanto pare, non sarà in città nell’ultima decade di febbraio. Insomma, tra tatticismi, assenze e nervosismo Italia Viva prende tempo.