Stasera a Sciacca consiglio comunale con il dibattito politico e la riadozione del piano di lottizzazione della “Corallo Costruzioni”, investimento da 20 milioni di euro

771

C’è attesa per la seduta del consiglio comunale di questa sera a Sciacca. Previsto il dibattito politico e c’è attesa per quanto dichiareranno i rappresentanti di Italia Viva dopo le dimissioni dalla giunta di Calogero Segreto e Carmelo Brunetto e la mancata nomina, da parte del sindaco, dello stesso Brunetto e di Gianluca Guardino. All’esame del consiglio anche la riadozione del piano di lottizzazione della “Corallo Costruzioni”.

Si tratta di un investimento da 20 milioni di euro, un piano di lottizzazione che nel corso della mattinata di oggi dovrà essere esaminato dalla commissione Urbanistica che, la scorsa settimana, non si è riunita per mancanza del numero legale. Lo ha elaborato lo studio di progettazione guidato dall’architetto Michele Ferrara e prevede la realizzazione di un centinaio di unità abitative. E’ un progetto che potrà incidere notevolmente sullo sviluppo turistico di Sciacca e strettamente collegato al futuro di Torre Macauda, l’albergo acquistato due anni fa dalla Libertà Immobiliare srl e non ancora riaperto.

Il Comune può incassare poco più di 500 mila euro di oneri di urbanizzazione e comunque si tratta di una riadozione “di un progetto che è più contenuto rispetto a quello che era stato approvato dal consiglio comunale – dice Nadia Indelicato, socio della “Corallo Costruzioni” – e noi abbiamo presentato tutto già da un anno. Comprendiamo le difficoltà della commissione e del consiglio comunale, data la complessità della materia, ma auspichiamo che si possa addivenire a un’approvazione che sarebbe un risultato importante per la città di Sciacca”. 

Una società sarda, partner della palermitana che ha acquistato Torre Macauda, ha già stipulato un preliminare con la “Corallo Costruzioni” per la compravendita dell’area interessata dal piano di lottizzazione.  L’obiettivo è di realizzare, in quella zona, un altro polo turistico con un accesso al mare che il progetto della “Corallo Costruzioni” prevede. Oltre alle unità abitative sono previste piscine e negozi. L’amministratore delegato della “Corallo Costruzioni”, Michele Indelicato, ha inviato, nello scorso mese di novembre, una lettera al Comune per informare che il contratto preliminare che ha stipulato con la “Baufin Sardegna” srl “è purtroppo sottoposto alla condizione sospensiva della delibera di approvazione da parte del consiglio comunale della riadozione del piano di lottizzazione di iniziativa privata entro e non oltre l’11 dicembre 2019”.