Campobello di Mazara, la Croce Rossa si occuperà degli alloggi per i migranti

713

La Regione Siciliana ha affidato alla Croce Rossa Italiana l’allestimento degli alloggi per i migranti stagionali impegnati in lavori agricoli a Fontane D’oro, Campobello di Mazara. Un risultato raggiunto, grazie al progetto Su.Pr.Eme, dall’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro e dall’Ufficio speciale Immigrazione, diretto da Michela Bongiorno.

L’intervento prevede l’installazione di servizi emergenziali di assistenza alloggiativa con 58 moduli abitativi forniti da Unhcr, capaci di ospitare fino a cinque persone ciascuno. Saranno installati bagni chimici, vi sarà la sorveglianza, lo screening della temperatura, l’esecuzione dei tamponi per i lavoratori accolti, momenti informativi sulla prevenzione da Covid-19 e la fornitura di materassi, coperte e kit igienici.

“Stiamo mettendo in campo interventi che cercano di rispettare e trattare con correttezza il fenomeno dell’immigrazione – sottolinea l’assessore regionale alle Politiche sociali, Antonio Scavone – puntando ad assistere i migranti regolari che lavorano nelle nostre campagne e spesso necessitano di tutela dal punto di vista sanitario, legale e dell’orientamento ai servizi. Le attività hanno l’obiettivo di garantire la salute dei lavoratori stranieri, migliorandone le condizioni di vita attraverso la fornitura di servizi essenziali”.

I servizi offerti si estenderanno per la durata di un mese, interessando la stagione della raccolta delle olive.
Le attività rientrano, infatti, nel programma Su.Pr.Eme. Italia (Sud Protagonista nel superamento delle Emergenze in ambito di grave sfruttamento e di gravi marginalità degli stranieri regolarmente presenti nelle cinque regioni meno sviluppate), che si inserisce nel Piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato.