Indagato il sindaco di Bagheria, avviso di garanzia anche per 20 dipendenti comunali

1108

L’inchiesta della Procura di Termini Imerese si è abbattuta sul comune di Bagheria. Il sindaco Patrizio Cinque, dopo aver ricevuto la notifica dell’avviso di garanzia, s’è recato in municipio, dove la notizia dell’indagine, che coinvolge una ventina di dipendenti comunali, è stata accolta con stupore. Patrizio Cinque si è chiuso nel suo ufficio con alcuni impiegati per tentare di calmare quelli più scoraggiati. Tra il personale ha destato scalpore la portata dei provvedimenti della Procura che ha disposto l’obbligo di firma per 16 indagati e due divieti di dimora per altrettanti dipendenti comunali. Oggi si sarebbe dovuto riunire il Consiglio comunale, ma la seduta sarebbe saltata per l’assenza dei consiglieri dei 5stelle.

L’inchiesta ruoterebbe attorno a due vicende: la gara per il noleggio degli automezzi impiegati nella raccolta dei rifiuti e un abusivismo edilizio contestato a un familiare del sindaco. Relativamente a questa seconda vicenda Cinque sarebbe indagato per violazione del segreto d’ufficio e omissione di atti d’ufficio. Nessun assessore comunale risulterebbe tra gli indagati.