Musumeci inaugura a Catania la “banca del latte umano donato”

620

Inaugurata stamattina, con la presenza del Presidente della regione, Nello Musumeci, la “Banca del Latte Umano Donato” dell’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania, la terza di questo genere in Sicilia, dopo quella dell’ospedale “Buccheri La Ferla” di Palermo e quella dell’Azienda ospedaliera universitaria “Gaetano Martino” di Messina.
 
Oltre al direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Fabrizio De Nicola e il direttore del dipartimento Materno-Infantile, Giuseppe Ettore, erano presenti anche i familiari dell’indimenticata neonatologa, la dottoressa Angela Motta, alla quale è stata dedicata non solo la nuova struttura intitolata “la lattoteca di Angela” ma anche l’intera unità operativa.
 
«La dottoressa Motta – ha detto il presidente Musumeci – è stata una mamma, una moglie e una donna esemplare ma è stata soprattutto un grande professionista che svolgeva il suo lavoro come una vera missione e a cui, noi tutti, dobbiamo rendere oggi il giusto omaggio».

A scoprire la targa dedicata ad Angela Motta è stata Gabriella Tina, direttore del reparto di Neonatologia-Tin, affiancata dall’assessore regionale alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza.

«Vorrei ringraziare l’Arnas Garibaldi – ha dichiarato l’assessore – per la scelta di dedicare la Neonotalogia ad Angela Motta, una professionista che ricordo bene in una delle mie prime visite in questo ospedale. Con questa Azienda ospedaliera, soprattutto nell’ultimo anno, ho avuto un rapporto non solo istituzionale ma anche personale: così ho potuto capire che il Garibaldi è una vera e propria famiglia, dove emerge una grande umanità e un profondo rispetto per le persone».

Grazie alle Banche del latte Umano donato sarà possibile, dopo le procedure di sicurezza necessarie, distribuire il latte umano donato per finalità mediche.

Letizia Buttacavoli