Palma di Montechiaro esclusa dalla short list al bando Capitale italiana della Cultura 2022

814

Si è già conclusa la partecipazione della città di Palma di Montechiaro al bando Mibact per la nomina della Capitale Italiana della Cultura 2022. La giuria incaricata dal Mibact ha deciso di non inserire la città del Gattopardo nella short list.

Rammarico da parte del sindaco di Palma di Montechiaro Stefano Castellino:
“Siamo certi – è stata la prima reazione del sindaco – che le altre città candidate, le “concorrenti” che abbiamo visto come “sorelle” di una avventura entusiasmante,  meritino questo importante riconoscimento. A loro va l’augurio di tutta la nostra Città di ottenere il titolo per il 2022, e soprattutto di poter realizzare quanto immaginato in questi lunghi mesi di progettazione”.

Il Sindaco Castellino ha voluto ringraziare il Gruppo di Lavoro, Angela Rinollo, Marilena Vaccaro, Alfonso Di Vincenzo, Peppe Todaro, per tutto quello che ha realizzato, il Comitato Scientifico e quanti si sono spesi in questo progetto, convinto che il lavoro svolto sia fondamentale per l’Avvenire della città.

“Palma negli ultimi anni – continua il primo cittadino – ha avuto un processo di metamorfosi assai evidente, lo stesso che l’ha resa in grado di competere fianco a fianco a grandi Città in un concorso arduo e di elevata responsabilità, laddove le condizioni di partenza non lo avrebbero invece mai consentito. Il dossier presentato in questi mesi ha ottenuto notevole riscontro e costituisce una traccia poderosa per la programmazione futura, che non si arresterà di certo dopo questo esito. A tal proposito nel redigendo bilancio comunale 21-23 sono state stanziate notevoli risorse per la fase esecutiva del dossier. Come detto in più occasioni, il progetto “Io sono P.A.L.M.A.” si realizzerà lo stesso, con le risorse del territorio, con l’aiuto ed il sostegno dei tanti che credono in lei e con l’entusiasmo e la forza della sua comunità”