“Stessa emozione di una finale di Champions”, l’attesa degli appassionati delle due ruote di vivere il passaggio della “Maglia Rosa”

Era il 1986 quando “la regina” delle competizioni ciclistiche in Italia, stiamo parlando della storica corsa del Giro d’Italia, fece tappa a Sciacca. Un’attesa lunga trentuno anni per gli appassionati delle due ruote che finalmente toccherà nuovamente l’apice il prossimo anno con il passaggio dalle vie del centro storico di Sciacca della quinta tappa prevista nel programma del tour ciclistico che sarà l’Agrigento-Santa Ninfa.

A Sciacca continua ad aumentare il numero degli appassionati di bike che amano la bici, lo praticano come sport o scelgono lo stile di vita delle due ruote. In vista del grande evento sportivo che la prossima primavera attraverserà la città, ne abbiamo parlato con Lorenzo Sabella, del direttivo della Saraceno Bike, uno dei due gruppi che a Sciacca insieme alla Sikel bike, praticano la mountain bike e diffondono la cultura della bici in una città zeppa di automobili e affetta da gravi problemi di viabilità come Sciacca.