Crisi idrica a Sciacca, l’ira della sindaca contro Girgenti Acque

Non risponde neanche più all’amministrazione. Impossibile non solo per i cittadini ma anche per i vertici comunali ottenere risposte da parte del gestore idrico. L’ultima comunicazione ricevuta in Comune riguarda una missiva pervenuta sul tavolo della sindaca Francesca Valenti sabato scorso. “Non appena ripristiniamo i guasti, la distribuzione idrica tornerà alla normalità”: questo in poche righe il messaggio recapitato all’amministrazione lasciata nel pieno di una vera e propria crisi nel fine settimana che oggi definisce il weekend appena trascorso come “infernale” per la città dal punto di vista dell’approvvigionamento con zone lasciate a secco da giorni. Dieci in centro senza turnazione idrica, quindici perfino in alcune zone di Sabella e Cutrone. Disagi per i cittadini e tentativi inutili perfino per la sindaca e per l’assessore Settecasi di trovare almeno un’interlocuzione col gestore che lasciato nell’incertezza, non è entrato nei dettagli e soprattutto non ha fornito una tempistica per il ritorno alla normalità.

Sindaca che stamattina ha convocato la stampa per avvisare della sua scelta di recarsi domani stesso dal Procuratore Della Repubblica per denunciare l’interruzione del servizio essenziale. Mentre al Prefetto è già in fase di avvio una comunicazione per una questione igienico-sanitario che preoccupa particolarmente il sindaco.

 

Dal canto suo, Girgenti Acque continua a segnalare guasti a ripetizione ai vari pozzi che forniscono i serbatoi comunali e intanto, ad aver perso la pazienza a Sciacca completamente a secco non è più soltanto la sindaca.