Di Paola: “Commette un reato chi rivela sui social l’identità di chi si ammala” (Intervista)

12249

Una cosa è la scelta di chi liberamente, come hanno fatto anche personaggi della politica e dello sport, riferisce di essere risultato positivo al tampone del Coronavirus e altra cosa è la divulgazione, ad esempio su un profilo social, dell’identità di queste persone.

L’argomento è di una particolare delicatezza e Risoluto.it ha intervistato, in proposito, l’avvocato Fabrizio Di Paola, penalista, che riferisce anche delle conseguenze previste per coloro che, rientrando da determinate zone del Paese, non rispettano gli adempimenti previsti.