Biblioteca, lite su Facebook tra F. Valenti ed E. Salomone. Il sindaco: “Avevo ragione io”. L’ex dirigente: “Anni di lavoro in fumo”

Hanno letto: 1297

“Stia tranquillo chi ama la cultura: la biblioteca verrà rimessa in sesto”. È così che, sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Sciacca Francesca Valenti ha commentato la vicenda documentata ventiquattro ore fa da Risoluto.it sullo stato di grave degrado nel quale versa l’area dell’ex istituto Sant’Anna. “Mi era stato detto – scrive l’avv. Valenti – che la nostra biblioteca era in perfetto ordine e perfettamente gestita. Ma adesso si fotografa una situazione da me denunciata (tranne a voler ritenere che qualcuno abbia deciso ultimamente di mettere tutto a soqquadro ed eliminare il sistema di catalogazione efficiente già in uso). Qualcuno coglie l’occasione per fare polemica? Preferisco tacere”. Un commento durissimo, che è successivo alla puntualizzazione, sempre su Facebook, a commento del nostro articolo, della dr.ssa Elina Salomone: “Il sistema di catalogazione informatica c’era e funzionava benissimo. Ma – aggiunge – siccome era un programma elaborato in modo casalingo, e vista la mancanza di fiducia dimostratami, ho ritenuto che certamente non fosse gradito a chi ha (e si vede) altri grandi progetti per la biblioteca”. Insomma: tra ironia e amarezza, lo scambio di accuse tra il sindaco e l’ex dirigente della biblioteca registra un’impennata della polemica che evidentemente è destinata a registrare ulteriori novità. “Comunque – conclude la Salomone – è ritornata, pressappoco, la stessa situazione che ho trovato quando mi era stato dato l’incarico di responsabile. Tutto vanificato, anni di lavoro andati in fumo, che scempio, che peccato, che fatica sprecata.