Le scuole adottano altre spiagge di Sciacca (Video)

1470

Si è concluso oggi il progetto “Adottiamo lo Stazzone” che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Mariano Rossi” e l’Associazione Ambientalista Marevivo Onlus.

Gli alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado Rossi stamattina hanno effettuato l’ultima pulizia prevista dal progetto, intervento che si è svolto lungo tutto l’anno scolastico attraverso periodiche pulizie dell’arenile dello Stazzone della città di Sciacca, da sempre oggetto della mancata sensibilità ambientale di tanti che non esitano ad abbandonare bicchieri e bottiglie sul muretto del lungomare che poi finiscono sempre per riversarsi in spiaggia.

Anche oggi, come nei precedenti interventi gli studenti, al termine della pulizia, hanno effettuato un campionamento dei rifiuti rinvenuti, suddividendoli nelle varie categorie e passando successivamente al conteggio e alla pesatura delle stesse.

Grazie a quest’ultimo campionamento è stato definito e presentato lo studio statistico generale delle operazioni di recupero, lavoro coordinato dalle docenti Domenica Mulè, Antonietta Maria Gullo e Patrizia Galvano, studio che ha permesso di analizzare e comprendere l’andamento stagionale dello spiaggiamento/abbandono di rifiuti.

Dalla prima pulizia, effettuata il 5 Novembre del 2021, oggi è stata rilevata una notevole riduzione della presenza di rifiuti spiaggiati e ciò probabilmente è derivato dalla diminuzione dell’impatto delle attività ridotte a causa delle restrizioni Covid-19, ma si vuol sperare che l’esempio civico dei bambini e dei ragazzi che si sono impegnati nel ridare decoro alla spiaggia possa aver generato nella comunità sensibilità e maggiore rispetto.

A predominare tra i rifiuti raccolti, come di consueto, tantissima plastica con un gran numero di cannucce, bicchieri e bottiglie.

Di seguito i numeri complessivi al termine dell’intero anno scolastico:
BOTTIGLIE DI PLASTICA 2646

BOTTIGLIE DI VETRO 671

CANNUCCE 3395

BICCHIERI DI PLASTICA 4924

TAPPI DI PLASTICA 1064

LATTINE 1736

PEZZI DI PLASTICA 3248

POLISTIROLO 3175

SACCHETTI DI PLASTICA 557

COTTON FIOC 669

INVOLUCRO PLASTICA 541

ALTRI RIFIUTI 3286

Complessivamente in tutto l’anno sono stati raccolti ben 1300 KG DI RIFIUTI

Parte dei rifiuti è stata riutilizzata dagli studenti delle classi terze medie dell’Istituto per la creazione di opere d’arte, sfruttando i contenuti e i messaggi che vuol diffondere la trash art che è alla base dell’iniziativa Marine Litter Art, una delle iniziative più significativa promossa da alcuni anni dalla delegazione siciliana di Marevivo.

Il progetto di Sciacca è collegato alla campagna nazionale “Adotta una spiaggia” di Marevivo Onlus che ha inserito la spiaggia dello Stazzone di Sciacca nella lista delle tante spiagge adottate e adottabili da chiunque voglia fare qualcosa per l’ambiente, per un tratto di mare al quale è particolarmente legato o che riveste una grande rilevanza naturalistica. Grazie alla campagna e al contributo raccolto sono state collocate sul lungomare due tabelle informative, inaugurate oggi, che raccontano il progetto e i comportamenti da mantenere per la salvaguardia e il rispetto dell’ambiente.

La campagna di sensibilizzazione va comunque oltre la realizzazione delle due tabelle, poiché gli alunni delle quinte elementari sono stati coinvolti anche nella realizzazione di quattro spot promozionali contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti e che a breve saranno divulgati tramite i media e le pagine social di tutti i partner di progetto.

Ma l’iniziativa non finisce oggi! Infatti a conclusione della giornata odierna, la preside del Mariano Rossi, Paola Triolo, ha passato il testimone alla dirigente dell’Amato Vetrano, Caterina Mulè, che si occuperà di dare seguito al progetto nel prossimo anno scolastico, impegnando i suoi studenti nella cura e nella difesa dell’ambiente già avviata.

Al termine della giornata sono stati anche consegnati agli studenti gli attestati da “Guardiano della costa” rilasciati dal FLAG “Il Sole e l’azzurro tra Selinunte, Sciacca e Vigata” nell’ambito del progetto “Coast to Coast” che si è intrecciato con il progetto dello Stazzone.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Capitaneria di Porto e del Comune di Sciacca che ha provveduto puntualmente alla rimozione dei rifiuti e all’installazione dei pannelli. Preziose per la buona riuscita dell’iniziativa sono state anche le collaborazioni del Comitato Borgo dello Stazzone e del Museo Diffuso dei 5 Sensi che hanno fatto riscoprire ai partecipanti la storia del borgo. Ha sostenuto il progetto anche la sezione saccense della Fidapa.