Ieri a S.Margherita la cerimonia di premiazione del Premio Tomasi di Lampedusa a Orhan Pamuk

Si è svolta ieri sera a Santa Margherita di Belice la cerimonia di premiazione del XIV° Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa 2017. A rice° vere l’ambito riconoscimento è stato Orhan Pamuk, celebre autore turco, con il volume dal titolo “La ragazza dai capelli rossi” (Einaudi). Già premio Nobel per la Letteratura nel 2006, Pamuk è uno degli autori più importanti della letteratura moderna, e i suoi libri sono stati tradotti in quaranta lingue. Presidente della giuria, Gioacchino Lanza Tomasi, uno dei discendenti dell’autore de “Il Gattopardo”. “Pamuk – ha detto Lanza Tomasi nel leggere la motivazione del premio – ha raccontato l’evoluzione della Turchia a quasi un secolo dalla rivoluzione di Ataturk, in un romanzo in cui protagonista è una famiglia legata da rapporti incestuosi e conflittuali”. “Scrivo per dare una risposta ai sentimenti: dalla rabbia alla felicità”, ha detto Pamuk nel ricevere il premio. La serata è stata presentata da Daniela Poggi. Tra i presenti alla premiazione anche Peppe Servillo ed Eugenio Finardi. A Pamuk il sindaco di Palermo Leoluca Orlando assegnerà la cittadinanza onoraria. (Video tratto dal profilo Facebook della pagina Il futuro dipende da te).