Muore in ambulanza, aperta un’inchiesta della Procura di Agrigento

3200

Un uomo di 48 anni e’ morto a seguito di un malore mentre si trovava a bordo di un’ambulanza. Il mezzo di soccorso sarebbe arrivato trenta minuti dopo la chiamata e una volta sul posto, non aveva medico a bordo. Dopo aver caricato il paziente, avrebbe perfino tardato a ripartire perche’ lo sportello non si chiudeva. Sono tutti i particolari emersi dalla denuncia presentata dal figlio dell’uomo e che ha portato al momento, all’apertura dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Agrigento risulta essere aperta a carico di ignoti dopo la denuncia del figlio dello stesso uomo.

Nelle scorse ore è stato conferito l’incarico ed eseguita l’autopsia per fare luce sulle cause della morte dell’uomo che era stato assunto da Amazon in Lombardia.

Il quarantottenne, nelle scorse settimane, aveva accusato i sintomi di una gastroenterite in provincia di Bergamo dove si trovava per lavoro, essendo stato assunto alle dipendenze del colosso americano. Dopo essere stato dimesso dall’ospedale lombardo era rientrato ad Agrigento. 

L’uomo e’ gia’ arrivato morto in ospedale. Il pm chiede adesso di accertare la condotta dei medici dell’ospedale lombardo e l’eventuale nesso fra le modalità e i tempi di intervento e il decesso dell’uomo. Il magistrato della Procura, inoltre, ha disposto l’acquisizione di tutta la documentazione clinica.