13.7 C
Comune di Sciacca

Vino, a Sambuca nasce Serra Ferdinandea. Un sogno italo-francese fatto in Sicilia

Pubblicato:

Nasce a Sambuca di Sicilia Serra Ferdinandea: la prima joint venture Sicilia-Francia voluta dagli imprenditori vinicoli Planeta e Oddo. Un brindisi inaugurale (in forma privata) a Palazzo Panitteri lancia la nuova avventura nel mondo del vino, presenti oltre i rappresentanti delle due famiglie imprenditoriali coinvolte anche il sindaco Leo Ciaccio e il vicesindaco Giuseppe Cacioppo. Il borgo agrigentino di Sambuca di Sicilia è il teatro di questo progetto che già vede le prime ricadute positive in termini di occupazione e di promozione del territorio e che si sviluppa su 100 ettari: ne sono stati piantati 15 di vigneto e si arriverà a 40 ettari nel 2023. Il resto della superficie, circa 60 ettari, è in via di rimboschimento e in parte ospiterà colture a servizio del vigneto.

Serra Ferdinandea è un sogno fatto in Sicilia. Chi conosce la storia e la cultura di Sicilia e Francia, ne ha ben presente il legame plurisecolare, dai re normanni fino a Voltaire e Sciascia. Così è stato in vitivinicoltura, con frequenti e reciproci scambi di varietà e di tecniche. Questo progetto intende rinnovare quel legame, dando vita a un’azienda eminentemente siciliana, ma che alla più profonda conoscenza della tradizione viticola ed enologica dell’isola aggiunge una decisa impronta francese. Tutto ciò attraverso la visione comune di due famiglie – Planeta dalla Sicilia e Oddo dalla Francia – partner in questa sfida imprenditoriale, fatta di condivisione e complementarità, di amicizia e passione: fatta della stessa materia di cui sono fatti i sogni.
Annunciata da diversi episodi eruttivi e terremoti, l’isola emerse nel luglio del 1831 da una catena di vulcani sottomarini che si allungano nel Canale di Sicilia. Si estendeva per 4 chilometri quadrati, con un’altezza media di 65 metri, a 16 miglia dalla costa di Sciacca. Avvistata quasi contemporaneamente dalle marinerie di Francia, d’Inghilterra e del Regno delle Due Sicilie, fu subito oggetto di un’accesa disputa territoriale e diplomatica, ma nel novembre dello stesso anno scomparve sotto la superficie del mare. Insula in mari nata, contesa tra diverse nazioni ma che mai appartenne ad alcuna: un’utopia che talvolta può contraddire il suo etimo e avere luogo. Da qui, dunque, il nome, Serra Ferdinandea, che riassume le caratteristiche più strettamente fisiche del luogo, così come le aspirazioni più intime e quasi metafisiche di questa sfida imprenditoriale.

Salvo Ognibene
Salvo Ognibenehttp://www.salvoognibene.it
Nato in Toscana ma cresciuto a Menfi, ama la pasta, la bici e la Sicilia. E’ laureato in Giurisprudenza all’Università di Bologna ed ha conseguito due master di cui uno in Marketing digitale alla LUMSA. Sommelier e giornalista, si occupa di comunicazione con attività di ufficio stampa e PR. Degustatore e collaboratore di guide enogastronomiche, è autore di 5 libri.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img