Badia Grande. I genitori dei bambini non si rassegnano alla decisione di chiudere la scuola dell’infanzia e il nido

Hanno letto: 816

Ci sono anche una lettera alla Congregazione delle figlie della Misericordia e della Croce, un appello al Papa, oltre ad una petizione che ha raccolto 3.500 firme, sullo sfondo del sit-in pacifico inscenato ieri davanti la Badia Grande, sede della scuola dell’infanzia e del Nido che le suore della Congregazione che per 70 anni ha gestito questa struttura scolastica, punto di riferimento di tante persone. A manifestare: i genitori dei bambini, un centinaio in tutto, che non si rassegnano alla chiusura della scuola, già decisa. Sperano ancora, le mamme, che ci possa essere un ripensamento. Testimoni alla manifestazione anche due consigliere comunali: Teresa Bilello e Carmela Santangelo. Diversi i protagonisti di questa battaglia.