A Radio 24 il saccense Rizzuti intervistato sulla situazione dei medici italiani che vanno all’estero

Hanno letto: 541

Durante la trasmissione radiofonica “Uno, nessuno, centomilan” di Radio 24, la radio del “Sole 24 ore”, è stato intervistato ieri il medico saccense Gian Marco Rizzuti, specializzando in Ortopedia nella regione tedesca della  Westfalia. La trasmissione verteva sulla situazione dei giovani medici italiani che vanno all’estero e i problemi che incontrano. Gian Marco Rizzuti, che è titolare del Blog “Sagen sie 33”, sostiene da tempo che la ragione primaria della fuga dei medici all’estero è dovuta principalmente al fatto che escono dalle università italiane 10 mila medici e solo 6 mila trovano posto nelle specializzazioni. E i 4 mila rimanenti sommati a quelli degli anni precedenti che fanno? Fare laureare un medico costa all’Italia 150/180 mila euro, dopodiché viene lasciato nel limbo o regalato ad altri paesi europei dove c’è carenza. Per evitare che un giovane medico sia costretto ad abbandonare il proprio paese bisogna che la classe politica trovi la soluzione o per meglio dire i fondi per quei 4 mila giovani medici all’anno non siano costretti a scappare all’estero. Questo è stato evidenziato da Rizzuti. E in Germania i medici italiani subiscono la forte concorrenza da quelli siriani per la cui assunzione le strutture private hanno sgravi fiscali.