AAA… Cercasi ancora il direttore del Piano Aro, Comune di Sciacca si rivolge a professionisti esterni

Hanno letto: 265

Il Comune di Sciacca cerca ancora il Direttore dell’Esecuzione del Contratto di servizio di spazzamento, raccolta e trasporto allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati, ossia il “controllore” del nuovo piano Aro, il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti a Sciacca.

Dopo il primo avviso di selezione tra il personale interno che non ha dato esito alcuno, adesso, la ricerca si è spostata all’esterno con una procedura di comparazione dei curricula che saranno presentati, tra professionisti in possesso delle adeguate e specifiche competenze di carattere tecnico, economico‐finanziario, amministrativo, organizzativo e legale. Le competenze assegnate al direttore sono molteplici: dalla quantificazione mensili dell’importo dello smaltimento di rifiuti a carico dell’Ente, all’applicazione della normativa in materia di sicurezza, alla fatturazione degli importi concernenti la gestione dei corrispettivi e delle premialità tariffarie eventualmente erogate. E ancora il coordinamento, la direzione ed il controllo tecnico e contabile  nell’esecuzione del contratto. Sarà proprio il direttore ad assicurare la regolare esecuzione del contratto da parte dell’appaltatore, verificando che le attività e le prestazioni siano eseguite in conformità alle obbligazioni contrattuali.  Senza l’individuazione di tale figura, insomma, dal punto di vista giuridico, il Comune non può procedere a diffide o perfino comminare sanzioni o penali nei confronti della ditta se questa risultasse inadempiente. 

Il professionista che si aggiudicherà il ruolo sulla base di una valutazione delle proprie competenze professionali assegnata da una commissione composta da dirigenti comunali e presieduta dal segretario generale,  dovrà garantire la propria presenza per almeno due giorni a settimana presso gli uffici comunali di competenza, durante l’orario di apertura degli stessi, al fine di coordinare le attività di concerto con il responsabile del servizio interessato.

La domanda di partecipazione può essere presentata da chi è in possesso del diploma di laurea quinquennale in ingegneria, giurisprudenza, economia e commercio o architettura.

L’incarico avrà la durata di trentasei mesi per un importo di di quindici mila e ottocento euro all’anno comprensive di IVA, oneri e tasse. 

I curricula dei professionisti interessati alla candidatura dovranno pervenire entro il sei aprile a mezzogiorno.