Fantocci e burle. Su una panchina di Porta Palermo un manichino raffigurante Cusumano: “Sono il padrone di Sciacca”

Hanno letto: 4362

Nella città del Carnevale, i pupi di cartapesta sono di casa, ma il ritrovamento di questa mattina è assai più bislacco di un mascherone carnascialesco. Un fantoccio di carta, molto rudimentale, ma assai preciso nel messaggio, è stato ritrovato adagiato in una delle panchine di Piazza Marconi.

Il fantoccio riporta il volto dell’ex senatore Nuccio Cusumano e sotto la dicitura “il padrone di Sciacca”. Evidentemente qualche burlone, si è ispirato per la sua opera provocatoria alle ultime vicende politiche cittadine che dopo l’azzeramento della Giunta Valenti, ha visto accendersi particolarmente il dibattito politico proprio attorno alla figura dell’esponente politico.

Sul posto, è intervenuta anche la polizia municipale che ha ricoperto dapprima con una coperta il pupazzo e successivamente si è affrettata a rimuoverlo. Un fatto davvero curioso quello registrato senza precedenti per le modalità.