Tentata violenza sessuale allo Stazzone, il romeno arrestato si difende: “Volevo solo fotografare le ragazze”

Hanno letto: 3060

Basile Bacau, di 39 anni, romeno, arrestato dai carabinieri della compagnia di Sciacca per tentata violenza sessuale e lesioni personali ai danni di due ragazze, si difende sostenendo che voleva solo fotografarle e che non ha tentato alcun approccio.  Lo riferisce il suo legale, l’avvocato Mauro Butera, aggiungendo che il romeno ha ammesso soltanto di avere sferrato un calcio a una delle giovani, ma non la tentata violenza sessuale. Il Gip, Rosario Di Gioia, su richiesta della Procura della Repubblica, ha convalidato il fermo e disposto per il romeno la custodia cautelare in carcere. Per i carabinieri la vicenda è chiara. Bacau avrebbe avvicinato le due ragazze sulla spiaggia dello Stazzone, esclamato, più volte “polizia, polizia”, fingendosi appartenente alle forze dell’ordine e poi, approfittando della scarsa illuminazione e dell’assenza di eventuali testimoni, si sarebbe abbassato i pantaloni e tentato di baciare una delle giovani.  Disturbato dalla reazione delle due ragazze, non riuscendo a tenerle più a tenerle a bada, avrebbe deciso di allontanarsi, dopo avere sferrato un calcio al mento a una delle due giovani.