Turriciano chiede al giudice il sequestro dell’immobile che ospita il comando della Polizia Municipale di Sciacca per ragioni di sicurezza

Hanno letto: 327

Sequestro e custodia dell’immobile per ragioni di sicurezza. E’ la richiesta che il liquidatore della Terme di Sciacca, Carlo Turriciano, ha avanzato al Tribunale di Sciacca per l’edificio che ospita la Polizia municipale. E’ la seconda causa portata avanti da Turriciano che chiede la restituzione dell’immobile. Il giudice deciderà il 15 novembre. Per la Terme di Sciacca quell’immobile non è più in condizioni di ospitare un ufficio pubblico e necessita di interventi di manutenzione.  Il Comune vuole lasciare l’immobile, ma non ha ancora una soluzione alternativa per la Polizia Municipale. Le Terme sono rappresentate dall’avvocato Maria Cristina Cucchiara e il Comune dall’avvocato Pina Falco. Con un altro atto di citazione da parte della Terme di Sciacca per occupazione senza titolo dell’immobile da parte del Comune la società chiede anche un risarcimento di 100 mila euro.