Oggi Armao torna a Sciacca per un’iniziativa culturale: occasione propizia per tornare a parlare delle Terme

La Battaglia delle Egadi, del 241 a.C., lo storico scontro navale tra la flotta romana e quella cartaginese che concluse la prima guerra punica. Sarà al centro di una mostra di reperti e di un convegno con storici e rappresentanti di diverse istituzioni che si terranno nel Museo del Mare e delle Attività Marinare di Sciacca. L’appuntamento è  per oggi dalle ore 16,30, nei locali del complesso monumentale del “Fazello”. L’evento è promosso e organizzato dal Comune di Sciacca, dalla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana e dall’associazione “Amici del museo del mare Vincenzo Tusa”.  Con allestimento e progetto grafico dell’architetto Michele Benfari, saranno in esposizione nelle sale del Museo del Mare preziosi reperti della Battaglia delle Egadi: un rostro in bronzo di un’antica nave romana, due elmi montefortini e altri reperti di relitti di navi da guerra provenienti dal Polo Museale di Marsala. Al convegno, sono previsti gli interventi iniziali del sindaco Francesca Valenti, del vice presidente della Regione Siciliana Gaetano Armao, del direttore del Polo Museale di Trapani e Marsala Luigi Biondo, del direttore del Museo Archeologico Lilibeo di Marsala Anna Maria Parrinello, del presidente dell’Associazione “Amici del Mare Vincenzo Tusa” Gaspare Falautano. Per gli approfondimenti storici, sono stati programmati gli interventi del soprintendente del Mare Sebastiano Tusa, dell’archeologa Maria Grazia Griffo del Polo Museale di Trapani e Marsala, del dirigente di ricerca dell’Ispra Franco Andaloro. Modererà i lavori l’architetto Giuseppe Cattano. Un’occasione, il ritorno a Sciacca di Armao, per fare con lui ancora una volta il punto sul futuro delle Terme.