Castelvetrano. Ad un autolavaggio a gettoni imposta chiusura notturna: “Fa troppo rumore”. Ed è polemica

Hanno letto: 163

Mentre a Trento gli animalisti protestano contro la chiusura in un canile di un pastore maremmano, sequestrato al padrone su richiesta di un vicino di casa disturbato dal suo continuo abbaiare, per molto meno a Castelvetrano i commissari che gestiscono il comune hanno firmato un’ordinanza che disciplina orari di apertura e chiusura degli autolavaggi situati in centro abitato. Che, poi, significa un solo impianto che disturberebbe la quiete pubblica. Si tratta di un autolavaggio automatico, che funziona a gettoni. L’ordinanza stabilisce che dalle 22 in avanti l’impianto non debba più funzionare. Si chiede anche di imporre ai clienti di tenere le autoradio e il motore spenti. Le violazioni di quanto stabilito porteranno l’applicazione di una sanzione che varia da 75 euro alle 450 e in caso di recidiva la sospensione dell’attività fino al massimo di venti giorni. Sembra certo che il proprietario dell’autolavaggio finito nel mirino di questa ordinanza presenterà ricorso contro un provvedimento che appare a dir poco discutibile. (foto tratta da castelvetranonews)