Arrestato l’ex datore di lavoro di Jessica Lattuca, è coinvolto anche in altre indagini per prostituzione e droga

Hanno letto: 1154

E’ l’ex datore di Jessica Lattuca, la ventisettenne di Favara scomparsa da agosto scorso e madre di quattro figli, ed è stato arrestato ieri dai carabinieri della tenenza di Favara – e portato alla casa circondariale “Di Lorenzo” di Agrigento per violazione degli obblighi di assistenza familiare, reato commesso in provincia di Bergamo.

Gaspare Volpe, 60 anni, già coinvolto in altre indagini, lo scorso 23 settembre  subì l’incendio di un’autovettura che utilizzava e che era posteggiata in via Bolzano, sempre a Favara.

Negli scorsi giorni all’uomo la Procura di Agrigento ha notificato allo stesso volpe l’avviso per la chiusura delle indagini per un tentativo di estorsione. Nello stesso procedimento, è indagato anche uno spacciatore che avrebbe rifornito di droga Volpe. Secondo alcune intercettazioni telefoniche e ambientali, lo stesso Volpe avrebbe tenuto un giro di prostituzione nelle quali assoldava donne bisognose. Tra queste ci sarebbe forse, caduta anche Jessica Lattuca e una sua amica, Serena Restivo che adesso sta collaborando con le forze di polizia.

Le ricerche di Jessica, adesso, sembrerebbero essere ad un punto di svolta e non si esclude che potrebbero esserci importanti novità fin dalle prossime ore. Intanto, i Ris saranno a Favara per controllare meglio la casa di campagna dello stesso uomo. Li gli inquirenti credono di poter trovare qualche traccia che riporti a Jessica.