Il leghista riberese Gaetano Montalbano: “Un sindaco leghista a Ribera? Perché no, Pace ha fallito”

Hanno letto: 1185

Da Rosario Crocetta a Matteo Salvini. Il percorso politico di Gaetano Montalbano con la fondazione di un nucleo di sostenitori della Lega, ha avuto una svolta repentina e così abbandonato “il megafono” e gli incarichi rivestiti durante il mandato a Palermo, ora agita il vento di Salvini a Ribera.

Appena ieri il Circolo di Ribera capitanato dallo stesso Montalbano aveva lanciato un appello al vice sindaco Nicola Inglese a dimettersi perché, a loro avviso, la città è ormai  abbandonata a se stessa.

Secondo i leghisti, la città è invasa dal degrado e manca totalmente il decoro

“L’assessore Inglese – scrivevano ieri i leghisti –  prenda atto del fallimento della sua azione amministrativa e si dimetta”. Oggi Montalbano torna ad evidenziare lo stesso fallimento del sindaco Carmelo Pace non nascondendo di guardare già alle amministrative del 2020.

“Un sindaco leghista a Ribera? – ha detto – perchè no?”