Il sindaco Valenti ai candidati alla Presidenza della Regione: “Un impegno per l’acqua pubblica, nel mio Comune canone tra i più bassi dell’Agrigentino”

Il sindaco di Santa Margherita, Franco Valenti, vuole “stanare” i candidati alla Presidenza della Regione sul tema dell’acqua pubblica. Il suo Comune gestisce in forma autonoma il servizio idrico e il canone base, entro il consumo di 96 metri cubi, è di 78 euro, mentre per i consumi oltre i 96 mc è di 1,40 euro a metro cubo. Il canone di depurazione acque reflue è di 0,34 euro a metro cubo. “Uno tra i più bassi della provincia”, commenta, fiero, Valenti che ha inviato una lettera aperta ai candidati alla guida del governo regionale. “Nell’imminenza della campagna elettorale regionale si ritiene sia fondamentale, per orientare una consapevole espressione del voto degli elettori siciliani – scrive il sindaco Franco Valenti –  che le coalizioni candidate al governo della Sicilia indichino in tema di Acqua Pubblica nei rispettivi programmi elettorali, in maniera chiara e circostanziata, se si è dalla parte dei cittadini che hanno votato con il 98,9%  “SI” al referendum popolare del 12 e 13 giugno 2011 sull’Acqua Pubblica o dalla parte delle multinazionali dell’acqua. Sarebbe  certamente gradito agli elettori conoscere se e come si intende intervenire sull’attuale confusa e pasticciata normativa, figlia di innumerevoli compromessi” . Poi aggiunge: “Sarebbe utile apprendere se si ha l’intenzione o meno di garantire l’osservanza dell’articolo 14 dello Statuto Siciliano che, rammento, pur in vigenza delle modifiche intervenute con la Riforma del Titolo V della Costituzione, ha rango Costituzionale ed assegna competenze esclusive in materia di Acque Pubbliche alla Regione Sicilia”.