Paolo Mandracchia: “Non esco dalla maggioranza perchè sono stato votato da elettori di centrosinistra, ma approverò soltanto le proposte utili per la città”

Hanno letto: 442

A poche ore dalla seduta del consiglio comunale di questa sera Sciacca quando a sala Falcone-Borsellino si svolgerà il dibattito politico, Paolo Mandracchia, al quale il sindaco, Francesca Valenti, ha ritirato il mandato assessoriale, chiarisce, a Risoluto.it, che lui non uscirà dalla maggioranza. Sembra una presa di posizione in netto contrasto con quanto ha scritto nel comunicato in cui, assieme agli altri ex assessori, attacca pesantemente i sindaco, Francesca Valenti, ma per Mandracchia così non è e spiega le ragioni. “Io ho ottenuto un largo consenso, oltre 500 voti, espresso da elettori di centrosinistra e non posso portare il mio elettorato in una comunità politica diversa da quella del centrosinistra. Confermo, però, tutte le critiche al sindaco che sono riportate in quella nota che ho scritto con gli altri ex assessori, anche con riferimento alla lesione della nostra dignità che è palese, ma detto questo non posso portare i miei voti da un’altra parte. E allora resto un consigliere di Uniti per Sciacca, componente di una maggioranza di centrosinistra e approverà soltanto quanto riterrò utile per la città. Nulla di più. Non cambio la mia collocazione politica – conclude Mandracchia – per un errore che è stato commesso da chi è a capo della coalizione e dalle componenti politiche della stessa”.