Il Comandante Sgroi alla Marineria di Sciacca: “Vi chiedo di sforzarvi per adeguarvi al cambiamento”

Hanno letto: 411

Da un lato le norme sempre più restrittive imposte dall’Unione Europea alla pesca italiana che non tiene conto delle peculiarità del pescato siciliano, dall’altro le esigenze della marineria sempre più in difficoltà per le nuove discipline. In mezzo, le tensioni tra la marineria saccense e il nuovo comandante della Capitaneria di Sciacca, Sebastiano Sgroi, reo, secondo molti marittimi saccensi, di essere troppo rigido rispetto l’applicazione delle norme.

Stamattina dopo alcune settimane di clima poco disteso tra le parti, si è tenuto presso la sala Blasco del Comune di Sciacca, un incontro organizzato dalla sindaca Francesca Valenti, alla presenza dei rappresentati delle cooperative dei pescatori e anche del parlamentare regionale, Michele Catanzaro.

Il Comandante Sgroi si è così potuto confrontare con la marineria e spiegato la sua posizione: “Vi chiedo – ha detto Sgroi – di non avere questo atteggiamento di “resistenza al cambiamento” verso le nuove norme che io sono chiamato a far rispettare e che rappresento in quanto istituzione. Vi chiedo di fare uno sforzo, di adeguarvi al cambiamento”.

Molti anche gli interventi dei pescatori e di alcuni armatori della flotta saccense che hanno mostrato, così come il comandante, un atteggiamento di apertura.