Da oggi un’incubatrice al Giovanni Paolo II grazie alla solidarieta’ dell’associazione Orazio Capurro

È stata consegnata questo pomeriggio, nel corso di una pubblica cerimonia, l’incubatrice donata dall’associazione Orazio Capurro -Amore per la vita al reparto di pediatria e neonatologia dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di sciacca. Alla cerimonia era presente anche lo stesso Commissario straordinario dell’asp di Agrigento Gervasio venuti, che durante il suo intervento si è soffermato sia sull’importanza del rapporto tra associazionismo e sanità pubblica, sia sul valore della memoria del medico Orazio capurro, che di fatto, continua a vivere grazie alle iniziative condotte dalla sua famiglia attraverso il sodalizio a lui intitolato.

Questa incubatrice è moderna, è la sua disponibilità di fatto colma una lacuna nell’ambito dell’offerta sanitaria dell’ospedale di sciacca.

Molto sentito, è stato anche, il ringraziamento del primario di pediatria, il medico Antonio Cutaia, il quale ha rilevato come la popolazione neonatale sia, di fatto, una vera e propria fascia tra le più deboli della popolazione.

Commosso Alessandro Capurro, il quale ha evidenziato che la mission dell’associazione intestata al fratello è proprio quella di valorizzare la vita e l’altruismo.