Cittadini dei comuni della montagna agrigentina occupano la SS 189

1272

Sono scesi in strada e questa mattina molti cittadini dei comuni del versante della montagna agrigentina, hanno deciso di occupare la statale 189 che collega Agrigento al capoluogo. Le ragioni della protesta dei cittadini dei comuni di Cammarata, San Giovanni Gemini e Santo Stefano di Quisquina è per manifestare i disagi arrecati dalle condizioni delle strade provinciali che collegano i comuni montani.

Così sono scesi in strada, circa cento persone che esponendo degli striscioni hanno bloccato di fatto la circolazione della 189. Lasciate ogni speranza a voi che passate”. E ancora”No strada, non parti” e un altro con scritto “Se per passare dobbiamo volare, gli elicotteri dovete comprare”: è questo il tenore delle scritte che i cittadini hanno esposto stamane.

Sono intervenuti sul posto del blocco anche i Carabinieri e gli agenti della polizia municipale che hanno deviato i mezzi in transito cercando di garantire la circolazione lungo l’arteria stradale. La strada per la quale si chiedono degli interventi immediati è la provinciale 26,
arteria che collega i Comuni di tre province: Agrigento, Caltanissetta e Palermo con la statale 189.

La viabilità della strada provinciale, è compromessa dalla presenza di buche e avvallamenti, frane e dissesti che sono peggiorati a seguito del maltempo di questo inverno.

Qualche giorno fa, il presidente del Libero consorzio comunale di Agrigento, aveva inviato ai sindaci di tutti i comuni agrigentini una missiva nella quale chiedeva una ricognizione delle condizioni delle strade provinciali e dichiarando allo stesso tempo le difficoltà economiche per i mancati trasferimenti statali che non permettono più di reperire le risorse necessarie per la manutenzione delle arterie.

(Nella foto, i manifestanti. Foto Agrigento Notizie)