Flixbus allarga all’agrigentino, corse per Roma da Mazara, Castelvetrano, Gela, Licata e Sciacca

Hanno letto: 1353




Corse per Roma da Mazara, Castelvetrano, Gela, Licata e Sciacca. Si potenziano le linee nell’Agrigentino e nel Ragusano. Sais annuncia bus per Calabria, Basilicata e Puglia
Continua il piano di espansione in Sicilia della compagnia di autolinee low cost Flixbus, che ha stretto due nuove alleanze che le consentono di aumentare i collegamenti, soprattutto dal sud verso Roma.
La partnership con Ibla Tour e Fratelli Patti Autolinee fa salire a 34 il numero di città siciliane collegate dalla rete Flixbus. La compagnia, che promette di rilanciare le presenze turistiche, entrerà nel mercato dell’agrigentino.
I dati diffusi a dicembre dalla Regione Siciliana, come spiegato dall’azienda, evidenziano una diminuzione costante, tra il 2015 e il 2017, sia delle presenze che degli arrivi nell’Agrigentino, nonostante la forte attrattività del suo patrimonio culturale. Tale decremento pare essere causato soprattutto dalla scarsa accessibilità del territorio, ritenuta responsabile di cali analoghi anche in altre aree dell’Isola. Così con l’arrivo in squadra di Ibla Tour e Patti aumentano innanzi tutto i collegamenti con Roma, a vantaggio dei tanti fuorisede siciliani che studiano o lavorano nella Capitale, ma anche di chi, partendo dalla Sicilia, desidera raggiungere destinazioni europee di richiamo come Parigi, Zurigo, Francoforte sul Meno, Monaco di Baviera con un solo biglietto e un solo cambio alla stazione di Tiburtina.
Per quanto riguarda la Sicilia occidentale si segnala la partenza dei primi collegamenti FlixBus da Mazara del Vallo e Castelvetrano verso Roma: con questa novità, la società si consolida nel Trapanese, dove è approdata pochi mesi fa integrando Trapani, Alcamo e Marsala nella propria rete internazionale.

Di Luigi Chiarello