Sciacca, l’ex sindaco di Sciacca Lillo Craparo scrive all’ex ministro e componente del Cda INAIL Damiano per sollecitare la riapertura delle Terme

2956

L’ex sindaco di Sciacca Lillo Craparo ha scritto a all’ex ministro Cesare Damiano, componente del cda Inail, e a Gaetano Armao, vice presidente Regione e assessore all’economia, al fine di sollecitare la riapertura delle Terme di Sciacca che hanno subito una trasformazione: da Azienda Regionale ad Spa.

“Caro Presidente, da cittadino di Sciacca ed ex Sindaco della città, ancorché domiciliato a Monza, mi permetto chiedere il Tuo autorevole intervento per la riapertura delle Terme di Sciacca, chiuse da parecchi anni, soprattutto per effetto della trasformazione dell’ente Terme, da Azienda Regionale a Spa.
Sulla vicenda ci sono stati diversi tentativi per la riapertura, non approdati a nulla.
L’ultimo tentativo da parte del governo della Regione punta a coinvolgere due enti importantissimi, che in passato avviavano tantissimi pazienti presso le Terme per terapie riabilitative.
Ecco perché mi rivolgo a Te, affinché da componente del cda dell’Inail e da autorevole ex Ministro possa dare una mano alla Città, alla quale sei legato e che hai amato frequentare, anche per stare vicino al comune amico Angelo Capodicasa, nella sua dimora di Eraclea Minoa”.