L’Ati procede al recupero coattivo di oltre 860 mila euro dalla Girgenti Acque, la commissariata sempre piu’ indebitata

Hanno letto: 253

L’assemblea territoriale idrica, presieduta dalla sindaca Francesca Valenti sta agendo contro Girgenti Acque per recuperare oltre 860mila euro, somme che il gestore deve per il pagamento dei canoni. Il recupero coattiva del debito del gestore si effettuera’direttamente dalla polizza fidejussoria depositata in banca dall’ ex societa’ di Marco Campione oggi comnissariata. I commissari hanno espresso parere contrario rispetto il recupero del debito dall’assemblea dei sindaci e c’e’ stato anche il tentativo di mediazione da parte della Prefettura.

Ma l’Ati, ancora non pronta per il nuovo assetto della gestione dell’acqua in provincia, ha deciso di proseguire con il recupero, gia’ autorizzato dall’istituto bancario.

L’Ati andrà avanti perché queste somme possono rappresentare un ulteriore tassello verso la risoluzione del contratto: il mancato pagamento dei canoni da parte del gestore è infatti motivo di per sé di risoluzione espressa della convenzione.