Cordoni umani per evitare assembramenti e vie di fuga: ecco la nuova processione della Madonna 2.0

I fatti e gli accadimenti internazionali non condizionano più soltanto i nostri imbarchi agli aeroporti o gli ingressi agli stadi. Quanto accaduto a Torino a maggio scorso, in piazza San Carlo ci indica che siamo una società impaurita e così d’ora in avanti anche il secolare rituale della processione della Madonna del Soccorso a Sciacca, si adegua alle nuove disposizioni che impongono un piano di emergenza in occasione dei grandi eventi di piazza e la processione della Patrona di Sciacca lo è per la partecipazione che viene stimata attorno ai 15/20 mila persone.

E’ stato l’Ufficio Tecnico del Comune di Sciacca su indirizzo dei nuovi assessori comunali a redigere il piano di emergenza che il 15 agosto verrà messo in atto.

Il Comune di Sciacca, intanto questa mattina ha incontrato la stampa per diffondere le norme guida e invocare la collaborazione dei cittadini con tutti gli uomini che saranno impegnati per garantire uno svolgimento sereno della processione.

Chi vuole conoscere nel dettaglio cosa prevede il piano può farlo consultando la relazione stilata dal Comune di Sciacca al seguente link:

http://lnx.comune.sciacca.ag.it/wp-content/uploads/2017/08/Relazione-Piano-di-Sicurezza-Processione-Madonna-del-Soccorso.pdf

oppure visionare la planimetria:

http://lnx.comune.sciacca.ag.it/wp-content/uploads/2017/08/Planimetria-Piano-di-Sicurezza-Processione-Madonna-del-Soccorso.pdf